Robbie McIntosh firma il primo contratto discografico a 60 anni

Scritto da

Robbie McIntosh - chitarrista britannico di leggende del mondo della musica - ha firmato il suo primo contratto discografico come artista solista all'età di 60 anni.

Il rocker britannico ha suonato in band per pesi massimi della musica tra cui Sir Paul McCartney, The Pretenders e Sir Tom Jones, ma ora, all'età di 60 anni, ha messo nero su bianco un accordo con la Universal Music per pubblicare il suo album di debutto da solista 'Grazie Chet 'nel giugno di quest'anno.

L'LP di Robbie sarà ispirato dai suoi tour con l'ex leggenda dei Beatles Paul, dove ha eseguito un tributo autocomposto alla defunta leggenda Chet Atkins, di cui il suo album prende il nome in memoria.

In una dichiarazione, Robbie ha spiegato: “È una tale emozione firmare un accordo con la Universal e pubblicare il mio disco e sapere che puoi ottenere qualsiasi cosa nella tua vita. Più spesso vediamo persone anziane con talento negli spettacoli televisivi e ancora più regolarmente coloro che hanno il coraggio di provare finalmente a uscire da dietro la stella, e sono qui per dire che puoi ancora farlo. Non rinunciare ai tuoi sogni. "

Il chitarrista - che ha suonato anche su brani di Tears For Fears, Cher e Talk Talk - celebra il genio del compagno chitarrista Chet nel suo album, che è un tributo al suono che ha rivoluzionato il rock 'n' roll.

Parlando di Chet, Robbie ha aggiunto: “È stato il primo guitar hero della musica moderna. Chet suonava in stile finger picking ma con incredibile precisione e poiché era anche un grande batterista e bassista, la sua chitarra era come una band a sé stante, una vera orchestra di sei corde ".

L'album strumentale di Robbie include cover di classici tra cui "You Really Got Me" dei Kinks, "Stayin" Alive "dei Bee Gees e" I Can't Get You Out of My Head "di Kylie Minogue.

Robbie si è seduto, ha parlato e ci ha suonato attraverso le chitarre elettriche e acustiche nel suo nuovo album solista, Turn Up For The Books, e come bonus stagionale, ha anche suonato questo pezzo acustico per noi.

Include anche un pezzo originale di Robbie intitolato "Thanks Chet", che è l'intermezzo strumentale che ha portato al tour mondiale di Paul McCartney nel 1993.

Ha detto: “C'è stato un momento nel tour in cui il set ha dovuto cambiare e Paul mi ha suggerito di uscire e suonare un piccolo pezzo strumentale per un paio di minuti e ho avuto questa melodia. È davvero un piccolo cenno a Chet, che è stato il primo chitarrista che ho sentito che mi ha fatto dire: 'Questo è quello che voglio fare!' "

Tag articolo:
Categorie di articoli:
Divertimento · In primo piano
Azioni