3 pittori ad olio di cui innamorarsi

Scritto da

Attraverso il nostro concorso Over 60, abbiamo avuto il piacere di conoscere così tanti artisti straordinari e stimolanti, alcuni dei quali tornano all'arte dopo un periodo di assenza o riprendono la pratica dopo il pensionamento. Scopri di più di seguito da 3 dei nostri pittori a olio preferiti, ognuno con il proprio processo e la propria storia.

A preparare il terreno per Sleepwalkers: era l'autunno del 1908 e questo era il dottor W.S. Seconda visita di Rainsford nel continente oscuro. Il suo gruppo comprendeva i suoi colleghi più stretti, J. Jay White e Arthur C. Hoey, la cui conoscenza del paese di Nzoia era necessaria per questa parte del safari. Subito dopo il tramonto verso la fine del safari, a Rainsford fu detto che un branco di elefanti si stava dirigendo verso il campo. Gli animali si avvicinarono all'interno dei confini del campo, ma Rainsford decise di non sparare; aveva perso il desiderio per un altro elefante. Mentre osservava la mandria allontanarsi pacificamente nella notte, disse di loro: "Sono troppo grandi, troppo vecchi e saggi per essere classificati come un semplice gioco". Non è mai tornato in Africa.

Mi sono preoccupato di essere il più accurato possibile con questa scena, incluso il posizionamento della costellazione della Croce del Sud nel cielo notturno e la luce calda della tenda per contrastare con la fresca scena al chiaro di luna. Dipingo esclusivamente dal vero in luoghi di tutto il mondo e uso modelli per ricreare le scene nel mio studio. Tutti i manufatti, comprese pistole d'epoca, casse, caffettiere, tende e costumi, provengono dalla mia collezione. Ho persino gli occhiali "Theodore Roosevelt", che ho usato più volte.

Can't See the Forest for the Trees è una scena della mia immaginazione, basata sulle mie osservazioni di betulle nel Midwest, dove vivo, e durante i miei viaggi. Spesso trascuro la bellezza semplice e naturale del mio paese, quindi ho voluto sottolineare la meraviglia di trovarmi di fronte a un boschetto di betulle e dare testimonianza dei suoi colori autunnali e del fruscio delle foglie.

L'esperienza mi ha insegnato a dipingere dal buio al chiaro con i pastelli a olio, specialmente quando si raffigura una scena boschiva fitta di vegetazione. Questo metodo mi consente di aggiungere diversi strati di valori graduati e più chiari sulle masse scure per costruire densità e creare profondità. Prima e durante la stratificazione, tuttavia, utilizzo una lama di rasoio a taglio dritto per raschiare i tronchi degli alberi e i rami importanti dal punto di vista compositivo dalla massa scura. Con i contorni degli alberi incorporati in modo permanente nella lavagna, posso lavorare con il motivo, aggiungendo colori puri o combinati, senza perdere la mia composizione iniziale. A volte il residuo della raschiatura crea una combinazione di colori che non necessita di ulteriori miglioramenti.

Inizio un dipinto ammassando gli oggetti con un sottile lavaggio terra d'ombra su un fondo bianco. Quindi trovo il mio colore di sfondo e il blocco nelle aree che circondano le mie forme usando un tratto aperto e impressionistico. Disegno con cura i miei oggetti con una miscela calda e scura di viola diossazina con rosso ossido trasparente. Lavorando dal buio alle luci, mantengo le mie ombre magre e le luci più impastate. Sulla brocca dell'acqua, ho utilizzato il lavoro insieme ad alcuni smalti e gocce per creare la consistenza. Nella mia selezione di colori ho giocato costantemente con toni caldi e freddi. Lo sfondo è stato sviluppato utilizzando un colore madre, un grigio che ottengo fondendo tutte le miscele di colori sulla mia tavolozza.

Crescendo nella ricca cultura dell'atelier della mia famiglia, sono stato esposto ai principi accademici dell'arte e ai professionisti del mondo dell'arte, assistendo sin dalla tenera età come hanno tradotto il mondo su tela.

Categorie di articoli:
Arts
Azioni